HOME INFO Biografia Stampe pubblicazioni Disegni Notizie english italiano
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aliquam dapibus leo quis nisl. In lectus. Vivamus consectetuer pede in nisl. Mauris cursus pretium mauris. Suspendisse condimentum mi ac tellus. Pellentesque habitant morbi tristique senectus et netus et malesuada fames ac turpis egestas. Donec sed enim. Ut vel ipsum. Cras consequat velit et justo. Donec mollis, mi at tincidunt vehicula, nisl mi luctus risus, quis scelerisque arcu nibh ac nisi. Sed risus. Curabitur urna. Aliquam vitae nisl. Quisque imperdiet semper justo. Pellentesque nonummy pretium tellus.
Titolo Tipo Città Regione Nazione Righe per pagine

 

Titolo Nazione Regione Città Tipo Codice
ur 004
ur 004
Nazione  
Regione  
Città  
Tipo  
Codice  
ur 004
TO Va 012
TO Va 012
Nazione  
Regione  
Città  
Tipo  
Codice  
TO Va 012
hidran test
hidran test
Nazione Cuba 
Regione Giordania 
Città satiao 
Tipo Abbazia 
Codice 23213 312321 
hidran test

dasdsad

Resti del villaggio di Jarlshof
Resti del villaggio di Jarlshof
Nazione Inghilterra 
Regione scozia 
Città Isole Shetland 
Tipo Villaggio 
Codice A Ca GB Shetland1 
Resti del villaggio di Jarlshof

A Ca GB Shetland1

Isolati oltre il Vallo che Adriano prima e Antonino poi costruiscono in Scozia, iPicti non entrano a far parte dell’impero romano. Considerata irrecuperabile alla civiltà questa bellicosa popolazione primitiva conserva intatti abitudini e tradizioni. Di queste genti si conservano intatte a Jarlshof diverse case a ruota interrate, con numerose alcove e magazzini aperti sulla scala centrale.

Una serie di case rotonde interrate, molto più antiche risalgono al terzo millennio avanti Cristoal villaggio di cacciatori pescatori dell’età del bronzo che per primi si stanziarono a Jarlshof. L’elemento vichingo tende a diventare stanziale. A partire dal 1200 per circa tre secoli uno stanziamento agricolo si sovrappone alle “case lunghe” normanne.

Una torretta centrale ed una angolare con un robusto muro di cinta sono testimonianza dei tempi che corrono. A partire dall’800 d.C. Jarlshof diventa una base per le scorrerie dei vichinghi. Per circa cinque secoli i veloci dakkar salpano dal villaggio diretti alle coste inglesi e francesi. Gli scavi hanno restituito una decina di lunghe case collettive seminterrate una delle quali di proporzioni imponenti con una sorta di impianto termale con sauna. Sotto le New Hall affiorano i resti del grande torrione “Broch” dell’età del ferro e delle poderoso muro che lo circondava, per buona parte asportato dall’erosione marina. Nel 1469 le Shetland passano sotto la corona scozzese. Al tempo di Giacomo V nel sito di Jarlshof viene stabilita una corte di giustizia il nome della quale giurisdizione su un ampio territorio. Alla fine del 500 da grande sala del tribunale è ridotta a cucina di una fattoria. Un secolo più tardi è già in rovina.

Broch di Clickhimin,III millennio AC
Broch di Clickhimin,III millennio AC
Nazione Inghilterra 
Regione scozia 
Città Isole Shetland 
Tipo Villaggio 
Codice A Ca GB Shetland2 
Broch di Clickhimin,III millennio AC

A Ca GB Shetland2

Alla periferia di Lerwick sorge il Broch di Clickhimin uno dei più conservati fra i 300 torrioni documentati alle Shetland nell’età del ferro. Il Broch è una delle massime espressioni della difesa collettiva prima del castello medievale ed è in sostanza una poderosa struttura alta e larga una ventina di metri che ospita l’intera comunità in caso di pericolo per mezzo di soppalchi sovrapposti intorno al focolare centrale. La muraglia è doppia e nell’intecapedine sono ricavate le scale per salire al cammino di ronda. I magazzini sono ricavati nello spessore del basamento. Come nei castelli medievali di ingresso è sospeso su impalcati a diversi mentre dal suolo. Il Broch di Clickhimin è preceduto da una muraglia a mezza luna con una serie di vani interni e spalti a difesa dell’ingresso alla cinta esterna. Come all’interno del Broch, un corpo di guardia in legno segue la curva della muraglia.

Le tecniche edilizie non prevedono l’uso della Malta, tutto è rigorosamente costruito a secco con molta sapienza e cura dei particolari soprattutto negli architravi e nelle volte.

Una cinta esterna vagamente circolare difende la piccola penisola dove sorge il broch. L’unico accesso verso terra è difeso dall’antemurale è preceduto da una banchina per le imbarcazioni. Lo spessore del muro va dai 4 ai cinque metri e comprende il cammino di ronda e un doppio parapetto poco conservato. Il torrione sorge intorno al settimo secolo avanti Cristo e occupa l’area di alcune case a ruota più antiche. Altre case a ruota coesistono con il Broch e il loro uso è documentato per diversi secoli ancora. Tettoie e capanni per gli animali sorgono lungo il muro di cinta

Nuraghe di Barumini resti1
Nuraghe di Barumini resti1
Nazione Italia 
Regione Sardegna 
Città Barumini 
Tipo Nuraghe 
Codice A Ca SAR Barumini1 
Nuraghe di Barumini resti1