Vicenza Basilica Palladio fase 2
Vicenza Basilica Palladio fase 2

1450

Viene dato incarico a Domenico da Venezia di ampliare la sala del Consiglio.

Anziché radere al suolo gli antichi edifici che separavano le due piazze, l’architetto ne riutilizza le murature dei piani bassi sovrapponendo a queste una sala gigantesca (22 x 50) illuminata da oblò circolari e finestre a sesto acuto,coperta da una volta a ogiva in legno rivestita di lastre di piombo. Nel paramento esterno a losanghe policrome il palazzo imita quello dei Dogi a Venezia e pure il disegno dei grandi merloni trilobati che circondano le finestre proviene dalla città lagunare che in questi anni rafforza il suo dominio sulle città di terraferma.